La sede


 

IL VITTORIANO


Conosciuto come “Altare della Patria”, il Complesso Monumentale del Vittoriano (o anche solo “Il Vittoriano”), voluto per celebrare e ricordare Vittorio Emanuele II di Savoia, primo Re d’Italia, è uno dei monumenti-simbolo di Roma e dell’Italia, luogo iconico di grande centralità ed istituzionalità, meta di milioni di visitatori all’anno.

Costruito tra il 1885 ed il 1911, rappresenta la maestosità di Roma capitale d’Italia, l’unità del paese e “l’amor di patria”, da quando nel novembre 1923 venne inumata nel cuore del Vittoriano la salma del milite ignoto.

Nel 1935, a seguito dell’intervento dell’architetto Armando Brasini, venne infine progettata e realizzata l’omonima area dedicata all’Istituto Centrale per il Risorgimento e al suo Museo, inaugurato il 24 maggio dello stesso anno.

Un Monumento, altamente simbolico, pensato fin da subito come luogo non solo da guardare ma anche da vivere, con i musei e gli spazi espositivi, dove da oltre venti anni vengono realizzate grandi mostre d’arte.

 

IL VITTORIANO MOSTRE


L’Ala Brasini del Complesso Monumentale, cui si accede dal lato dei Fori Imperiali, vede oggi accanto all’Istituto e al Museo del Risorgimento, saloni espositivi adibiti ad ospitare mostre temporanee dedicate a grandi maestri dell’arte e a tematiche di interesse storico, sociologico e culturale.

La varietà della programmazione, la qualità e il numero di eventi proposti contribuiscono a fare del Vittoriano una delle realtà espositive più vivaci della Capitale.

 


GLI SPAZI ESPOSITIVI

 

 

Il salone Grandi Mostre

Con i suoi 700 mq di estensione è il più grande e prestigioso spazio espositivo dell’Ala Brasini. 
Lo spazio ospita per tradizione, sin dalla sua apertura, le grandi mostre d’arte. 

Posto al primo piano del monumento, vi si accede attraverso un’imponente scalea (o un ascensore finalizzato per lo più al trasporto di disabili e categorie protette). 
Le caratteristiche planimetriche dello spazio, articolato in numerosi vani, lo rendono vocato ad ospitare mostre complesse, suddivise in temi e sezioni.
Un secondo livello soppalcato, nello spazio centrale, consente un’affascinante visuale sul piano inferiore, permettendo la fruizione delle opere da punti di vista e prospettive differenti.

 

Il salone centrale

Posto al piano terreno dell’Ala Brasini si estende su una superfice di 400mq circa ed ospita solitamente mostre temporanee.

L’elegante scalea che conduce il visitatore in Sala può essere utilizzata come area introduttiva all’esposizione ed è visibile dall’ingresso del monumento.

La Sala ha forma quadrata, con quattro pilastri disposti regolarmente che creano la suggestione di un anello esterno e di una raccolta porzione centrale. 
Si presta dunque a svariate declinazioni allestitive, che possono essere realizzate attraverso l’inserimento di pareti e setti removibili, finalizzati a definire le sezioni o creare percorsi altrenativi.

 

La sala Giubileo

La Sala è opposta al Salone Centrale ed è adiacente alla scalea che conduce allo spazio grandi mostre d’arte, pertanto gode di una posizione privilegiata e di una straordinaria visibilità.

Lo spazio si sviluppa in due zone adiacenti, un corridoio con due pareti opposte interamente rivestite di pannellature che si apre in una graziosa sala, per una superfice complessiva di 150 mq. 

La Sala Giubileo può ospitare sia piccole esposizioni temporanee, che eventi speciali.

 

Mostre in corso

Guerre Stellari. Play

La mostra dedicata all’affascinante universo di Guerre Stellari, un mito assoluto che ha incantato tre generazioni dal 1977 a oggi.

Scopri di più



Edward Hopper

C’è chi lo ritiene un narratore di storie e chi, al contrario, l’unico che ha saputo fermare l’attimo – cristallizzato nel tempo – di un panorama, come di una persona.

Scopri di più



Antonio Ligabue

Attraverso circa 100 lavori, la mostra propone un excursus storico e critico sull’attualità dell’opera di Ligabue

Scopri di più